Menù per il GIORNO DEI SANTI delle famiglie nobiliari ravennati di inizio ’900 (Romagna)

29 ottobre 2014 - Fonte: http://ierioggiincucina.myblog.it
 

Menù
PRANZO
Minestre
Cappelletti romagnoli in brodo. Passatelli in brodo
Pietanza
Oca arrosto contornata da
Fave alla pancetta
Sformato di fagiolini
Formaggi
di Romagna
Frutta
Uva, mele, pere
Dolce
Pere al Cognac, Castagne lessate al Cognac

Un tè da Carolina

28 ottobre 2014 - Fonte: http://ierioggiincucina.myblog.it

.

«Vogliamo prendere il tè?»

Carolina ama la cura dei particolari e, come per il suo compleanno, anche per l’ora del tè è creativa e tutto è accurato e delizioso.

tè carolina (5)......

Leggi il seguito »

Finte pesche all’Alchèrmes

27 ottobre 2014 - Fonte: http://ierioggiincucina.myblog.it

.

Questi dolcetti “della nonna”, che imitano quei frutti succosi, sono molto piacevoli da presentare e facili da preparare. Sono composti da 2 semisfere di pasta per biscotto unite da crema pasticciera o  crema al cioccolato e ornate con foglioline di menta. Sono molto carini da servire ad una festa di bambini, MA c’è un problema: l’Alchèrmes. Non si può fare a meno di questo liquore e allora? Ho sentito dire che si può fare evaporare l’ alcool con il procedimento del brulé di vino cioè, mettetete il liquore in un pentolino, portatelo a bollore, quindi fiammeggiate.

La ricetta per ......

Leggi il seguito »

Diavoli, Streghe, Magie… e i Toast di Halloween

25 ottobre 2014 - Fonte: http://ierioggiincucina.myblog.it

.

Tra poco sarà Halloween e per l’occasione, in questo post, voglio riportare una pagina del libro “Diavoli Streghe Magie Malefici nella tradizione di Penne (Pe)” di A. Procacci, ma prima una de le spaventose ricette di halloween:

Toast di Halloween

Ingredienti:
4 fette di pancarré, 4 fette di formaggio Emmenthal, 8 olive nere denocciolate, Ketchup q.b.

Preparazione:
Prendete le fette di pane e mettetele......

Leggi il seguito »

Ippolito Cavalcanti, cuoco, 1837: Timpano di Vermicelli di magro

23 ottobre 2014 - Fonte: http://ierioggiincucina.myblog.it

.

La ricetta mi ricorda quella della Pasta alla puttanesca. Si preparava con un sugo composto da ingredienti quasi sempre presenti in tutte le cucine napoletane e tenuti a portata di mano, senza bisogno di perder tempo per acquistarli; così le donne, che preparavano questo veloce e gustoso sugo, potevano impiegare il tempo risparmiato in attività… più allegre!!!

Ricetta tratta da Cucina teorico-pratica: col corrispondente riposto ed apparecchio di pranzidi Ippolito Cavalcanti, duca di Buonvicino.

Capitolo......

Leggi il seguito »

Polenta con tartufo

22 ottobre 2014 - Fonte: http://ierioggiincucina.myblog.it

Il tartufo bianco di San Miniato

«La sintesi di tutto quello che la città dei sapori, a livello di gusto è espressione, la ritroviamo nelle proposte gastronomiche dei ristoratori, dove gli chef coniugano brillantemente la tradizione con l’innovazione, attraverso l’utilizzo di prodotti del territorio, con un’attenzione particolare verso i cibi biologici e seguendo la stagionalità.

In autunno è il tartufo bianco il re della tavola.
Esso trova la sua migliore espressione, a differenza di altri tartufi, esclusivamente crudo su piatti caldi. Riso, tagliatelle o scaloppine con una ricca grattata, le proposte......

Leggi il seguito »

Conserva d’arancia – Petronilla

21 ottobre 2014 - Fonte: http://ierioggiincucina.myblog.it
.
«Volete preparare, molto alla svelta, e molto anche all’economica, una certa squisitissima conserva che, stesa sul pane, costituirà un’ottima merenda per i ragazzi; che, distribuita fra due sfoglie di pasta sfogliata, vi darà una torta prelibata, e che, spalmata su fettine di pane da crostoni abbrustolite ed imburrate, vi garantirà una figurona, al prossimo ricevimento che offrirete alle amiche? Volete dunque prepararla, una tale conserva sì ricca di pregi? Allora… Sbucciate......

Leggi il seguito »

Tempia e ceci – Petronilla

21 ottobre 2014 - Fonte: http://ierioggiincucina.myblog.it

Questo piatto milanese si preparava tradizionalmente il 2 novembre nel giorno dei morti.

É vecchia usanza, in ogni casa milanese, allestire proprio nello stesso giorno nel quale si devono commemorare quanti già dormono al Cimitero, un certo piatto nutrientissimo, e grassissimo, e tuttaltro che facile ad essere digerito; ma un piatto oltre ogni dire gustoso, prelibato, e veramente degno della ghiotta Milano. Qualora, dunque, il vostro marito sia lombardo o, non essendolo, apprezzi i piatti speciali, purchè egli abbia eccellente l’appetito e sano lo stomaco, alla prossima ricorrenza preparategli, per il pasto del mezzodì, la milanesissima pietanza.
***
Comperate 1/2 chilogrammo di ceci; mondateli; rammolliteli......

Leggi il seguito »

Il castagnaccio della Petronilla

21 ottobre 2014 - Fonte: http://ierioggiincucina.myblog.it
.
Potete avere farina di castagne? Allora, un consiglio: con quella dolcissima farina preparate ai vostri ragazzi, per l’ora della merenda, un bel castagnaccio che, sulla tavola, li attenda.
Per fare questo dolce che, oltre essere sostanzioso, economico (non richiede nemmeno zucchero), squisito (e sia caldo che freddo), in pochi minuti viene anche fatto, comperate 2 etti di farina di castagne; versatela in una insalatiera; unite un pizzico di sale e 3 cucchiai d’olio d’oliva; mescolate; e aggiungete a poco a poco (e sempre rimescolando con l’indispensabile cucchiaio di legno) acqua fredda fino a che otterete un impasto nè troppo sodo, nè troppo molle, e assolutamente scevro di grumi (attente......

Leggi il seguito »

Pasta corta al sugo di porcini e castagne

20 ottobre 2014 - Fonte: http://ierioggiincucina.myblog.it

 Ingredienti

280-300 gr. di casarecce (o altra pasta corta: penne, maccheroni, fusilli), 300 gr. di castagne, funghi porcini freschi, 100 gr. di guanciale, una cipolla, brodo di carne, sale e pepe.

Preparazione

Lessate le castagne. Le castagne lessate e pelate possono essere utilizzate per diverse ricette (p.e. il Tronco di castagne) oppure mangiate cosi’ al naturale. Una volta lessate le castagne, sbriciolatele così daranno cremosità al sugo.

Preparate i funghi
Con un coltellino pelate via la parte terrosa all’estremità inferiore dei gambi,......

Leggi il seguito »