Orecchiette al Tonno e Finocchietto Selvatico

21 luglio 2015 - Fonte: http://www.profumodisicilia.net

A chi dice che il finocchietto non si trova in Lombardia, posso rispondere non è vero!
Se siete a Voghera andate al mercato in Piazza Duomo di fronte l’ingresso del Municipio e li c’è un banchetto di frutta e verdura che lo ha sempre freschissimo, in bei mazzi grandi e profumati, proveniente direttamente dalla Sicilia; altrimenti il “fruttarolo siculo” lo ha spesso e se non lo ha al momento ve lo porta appositamente dalla Sicilia, con il prossimo camion in partenza dall’isola.

Poi c’è chi come me che lo tiene in balcone, si si avete capito bene in balcone, nel suo bel vaso con la sua bella terra e cresce ricco e......

Leggi il seguito »

Spaghetti ‘mbriachi

20 luglio 2015 - Fonte: http://sciroppodimirtilliepiccoliequilibri.blogspot.com/
La cucina dei Castelli Romani è nota per la semplicità e la bontà data soprattutto dai suoi prodotti locali. Ce ne sono tanti tra questi i vini che hanno un caratteristico sapore dato dalla natura vulcanica della zona. Un piatto tipico di queste zone soprattutto dei comuni di Genazzano, Zagarolo e Cave sono gli spaghetti ‘mbriachi che esemplifica bene la semplicità e l’utilizzo dei prodotti locali. Il vino rosso Cesanese o Genazzano DOC viene bollito per far evaporare l’alcool, nel frattempo gli spaghetti vengono fatti insaporire con un trito di prezzemolo aglio, peperoncino ed olio extra vergine di oliva, poi si aggiunge poco per volta il vino bollito, si fa assorbire e colorare dagli spaghetti alla fine si aggiunge una bella manciata......

Leggi il seguito »

Insalata di Cous Cous con Sgombro e Feta

18 luglio 2015 - Fonte: http://www.profumodisicilia.net

Il cous cous è il mio migliore amico e può diventare anche il vostro migliore amico durante l’estate!!!! Per chi ha una vita frenetica e tanto attiva: casa, lavoro, bambini, sport, hobby, amici potremmo elencarne all’infinito, il cous cous precotto è sempre un valido aiuto: sostituisce facilmente la pasta (anche se a quella lo confesso non rinuncio mai).

Ovunque siate: al mare, in montagna, in campeggio, basta veramente pochissimo per mettere un in tavola un insalata favolosa: poco sale, acqua bollente e il gioco è fatto, se non avete modo di riscaldare l’acqua si può preparare in anticipo,......

Leggi il seguito »

Spaghetti arraganate

6 luglio 2015 - Fonte: http://sciroppodimirtilliepiccoliequilibri.blogspot.com/
Tempo fa vidi in tv la realizzazione di questa ricetta di origine campana; mi aveva incuriosito la cottura in forno a crudo degli spaghetti tra due strati di pomodoro San Marzano. Ho voluto provarla, però ho sostituito i pomodori San Marzano con dei pomodori a grappoli che avevo in casa. Mi è piaciuta molto, è ottima sia tiepida che fredda. Si può preparare prima e si può gustare anche in gite fuori porta. Piccola curiosità, il termine "arraganate" o "arracanate" nell'Italia meridionale in genere......

Leggi il seguito »

TORTA DI MELANZANE E STRACHÌ TUND

2 luglio 2015 - Fonte: http://www.kucinadikiara.it/
Piatto Store Montemaggi
......

Leggi il seguito »

La focaccia barese

1 luglio 2015 - Fonte: http://sciroppodimirtilliepiccoliequilibri.blogspot.com/
La focaccia barese si prepara mescolando farina di grano tenero, sale, lievito e acqua. Ne deriva un impasto piuttosto liquido che si versa in una teglia rotonda, si condisce con olio, pomodori freschi, olive e poi si cuoce nel forno a legna. Proprio perché l’impasto è liquido, i pezzi di pomodoro e le olive sprofondano nella pasta, creando e riempiendo dei piccoli crateri morbidi che diventano le parti più buone della focaccia. Si mangia calda ma non bollente, avvolta in un pezzo di carta da panificio, uscendo da scuola, al mare, per cena o anche per pranzo (o merenda o anche colazione, ma questa è roba da esperti): veloce, economico e deliziosamente unto.La focaccia è......

Leggi il seguito »

Cacio e pepe alla maniera di Antonello Colonna

29 giugno 2015 - Fonte: http://sciroppodimirtilliepiccoliequilibri.blogspot.com/
Cacio e pepe pepe e cacioPepe e pepe cacio e cacioBianco e nero nero e biancoImpeto della luce ebbrezza della notteTinte-contrasto- grande unisonoE ogni tanto acqua bollenteE poi cacio e pepe pepe e cacio...Decidi tu quando dire basta
Questa ode al cacio e pepe è stata scritta dal famoso chef Antonello Colonna con Francesco Di Giacomo cantautore del gruppo Banco. Questi versi si trovavano nel menù di degustazione del ristorante col “portone......

Leggi il seguito »

Bocconcini

26 giugno 2015 - Fonte: http://sciroppodimirtilliepiccoliequilibri.blogspot.com/
Ecco come ho utilizzato parte della conserva di cedro, con questi deliziosi pasticcini. I bocconcini sono dei pasticcini di mandorle, zucchero e conserva di cedro, poi cotti in forno. Sono molto comuni in Sicilia, una volta erano prodotti come altri dolci tipici, esclusivamente nei conventi femminili; attività che produceva ritorni economici per sostentarsi. Come si legge in Mandorle amare, una storia siciliana tra ricordi e ricette di Maria Grammatico e Mary Taylor Simeti, la caratteristica della ricetta delle suore di San Carlo......

Leggi il seguito »

Fugassa & Caffè: La pozione magica dei carmelitani scalzi e i fiori d zucca ripieni alla ligure

25 giugno 2015 - Fonte: http://paprikapaprika.blogspot.com/













Eccoci alla seconda puntata del Fugassa Caffè! Oggi vi porto in un angolo nascosto di Genova.E’ un luogo unico, appartato e poco conosciuto dagli stessi genovesi, ancora intatto dai primi del‘600.Se non fosse stato per la mia pancetta non l’avrei mai scoperto quest’oasi si pace e bellezza. Avete capito bene, grazie ai miei rotolini di grasso che sono finita ......

Leggi il seguito »

Conserva di cedro

24 giugno 2015 - Fonte: http://sciroppodimirtilliepiccoliequilibri.blogspot.com/
Con i restanti cedri che mi hanno regalato ho fatto la conserva, ricetta letta nel delizioso libro che mi ha regalato alcuni fa Anca, Mandorle amare, una storia siciliana tra ricordi e ricette, di Maria Grammatico e Mary Taylor Simeti, da cui ho realizzato le gustose polpette dolci. Il libro racconta la vita travagliata e professionale di Maria Grammatico cresciuta nel convento di clausura di San Carlo ad Erice negli anni Cinquanta, dove imparò o per meglio riuscì a carpire,......

Leggi il seguito »